iphone 8

iPhone 8, in ritardo a causa del Touch ID

Condividi:

Il prossimo iPhone potrebbe non essere presentato a settembre come negli anni precedenti. iPhone 8, questo il suo presumibile nome, sarebbe secondo diverse fonti in ritardo a causa di problemi al lettore di impronte Touch ID. Scopriamo tutte le informazioni nel dettaglio ed il possibile scenario.

iPhone 8, niente presentazione a settembre?

Sono diversi anni che Apple, in maniera schematica, presenta il suo nuovo smartphone top gamma all’inizio di settembre di ogni anno. Per chi è amante della routine potrebbero però esserci in questo senso cattive notizie. Diverse fonti, tra cui Mashable, sono in questo momento concordi in merito alla possibilità che, nel 2017, l’azienda di Cupertino possa non essere puntuale e precisa come è stata in passato. In questo scenario, iPhone 8 non sarebbe presentato a settembre, ma più tardi, e dunque anche la sua commercializzazione verrebbe ritardata. Non si conoscono le date precise ma sembra, per le previsioni attuali, che comunque il dispositivo debba essere in commercio entro le festività natalizie.

Display OLED = no tasto home fisico

Sino a questo momento, Apple ha sempre utilizzato per iPhone schermi con tecnologia LCD, mentre già da qualche anno diversi concorrenti (Samsung, per esempio) sono passati ai più moderni schermi OLED. Il 2017, con il 10° anniversario dal lancio del primo iPhone, sembrerebbe con iPhone 8 l’anno in cui anche Apple farà questo cambiamento, ma non senza conseguenze. Secondo quanto riportato sempre da Mashable, il passaggio ad uno schermo OLED porterebbe l’azienda a dover rinunciare al tasto home fisico, che è stato utilizzato sin dai tempi del primo iPhone nel 2007.

Il passaggio successivo sarebbe l’utilizzo di un lettore di impronte ottico in grado di scannerizzare l’impronta digitale attraverso il pannello OLED: il fatto che però – secondo Investor’s Business Daily – non ci siano stati da parte di Apple ordini per questo componente fa pensare che l’azienda non abbia affatto pronta tale tecnologia. Ovviamente non abbiamo alcuna certezza a tale proposito, perciò i rumors attuali devono come sempre essere presi con le pinze, perché potrebbero in conclusione rivelarsi in parte o completamente errati.

Non ci resta a questo punto che attendere maggiori informazioni, che potrebbero essere divulgate già nelle prossime settimane.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *